Esplorando i suoni di Marte con DPA

Il Mars 2020 Rover della NASA è decollato il 30 luglio 2020 per un viaggio di sette mesi verso il misterioso Pianeta Rosso. L'atterraggio è previsto il 18 febbraio 2021.

Per ottenere alcune informazioni sul paesaggio sonoro nell'atmosfera marziana, il Mars 2020 Rover sarà dotato di apparecchiature audio di DPA Microphones. Per la maggior parte del viaggio, l'attrezzatura audio sarà inattiva ma una volta che il Rover avrà raggiunto l'atmosfera marziana, , i microfoni permetteranno di catturare i suoni della discesa.

Tra le altre cose, ci aspettiamo di sentire l'attrito dell'atmosfera, i venti marziani e il rumore della polvere spostata quando la Rover atterra.


Suoni dallo spazio

Dal Rover, in viaggio verso Marte, l’agenzia spaziale ha già captato i suoni sottili dei meccanismi interni durante il volo interplanetario, Il primo ad essere dotato di microfoni.

Un microfono omnidirezionale DPA 4006 è dedicato a catturare tutte le sequenze di ingresso, discesa e atterraggio (EDL) del Perseverance Rover quando atterrerà su Marte nel febbraio 2021, ma ha già iniziato a registrare i primi suoni mentre sfreccia nello spazio interplanetario. (E’ ad un livello molto basso, quindi alza il volume se non riesci a sentirlo all'inizio.) Puoi leggere di più sulla missione e sull'audio sul sito web della NASA Mars


NASA · Perseverance Rover's Interplanetary Sounds
 

Ascolta il suono del vento marziano

Fino a poco tempo fa, nessuno aveva mai sentito nulla dall'atmosfera marziana. In effetti, i primi suoni sono stati ascoltati solo il 1 ° dicembre 2018. Un sismometro ad alta sensibilità a bordo dell'InSight Mars Lander della NASA ha registrato vibrazioni causate dal vento marziano. Inoltre, il sensore di pressione dell'aria del veicolo ha registrato anche il suono del vento. I suoni sono stati raccolti da strumenti realizzati per scopi diversi dal suono, quindi le registrazioni sono analogie a ciò che ci si potrebbe aspettare di sentire.


Per ottenere ulteriori informazioni sul paesaggio sonoro marziano, il Mars 2020 Rover sarà dotato di apparecchiature audio di DPA Microphones. Immagina solo la gamma di suoni che un microfono dedicato potrebbe registrare durante il viaggio: lasciare lo spazio, entrare nell'atmosfera e, alla fine,  giungere sulla superficie del pianeta.


 

Con quale attrezzatura DPA sta effettuando il suo viaggio?


Per questa partnership, la NASA ha testato strenuamente una varietà di microfoni e ha scelto fra queste una selezione di apparecchiature DPA. I 4006 microfoni omnidirezionali saranno le "orecchie" del Rover; collegati al veicolo e accoppiati con cavi attivi modulari MMP-G, che agireranno da preamplificatori ultra trasparenti. All'interno del corpo del veicolo, che funge da parte uditiva del "cervello", ci sarà un'interfaccia audio digitale MMA-A. Il compito dell'MMA-A è digitalizzare l'audio con la massima qualità e inviarlo a un computer del Rover tramite una connessione USB.

Il viaggio su Marte non è come una semplice passeggiata nel parco. Sottoporrà il Rover a temperature estreme (fino a -100 ° C), pressioni estremamente variabili e vibrazioni intense. Per garantire che l'attrezzatura atterri su Marte in buone condizioni, il team di progettazione della navicella ha creato un involucro speciale per montare l'interfaccia MMA-A all'interno del telaio del rover. Inoltre, il Jet Propulsion Laboratory (JPL) della NASA e il team di ricerca e sviluppo DPA hanno lavorato assieme per creare un alloggiamento dedicato per il preamplificatore MMP-G da avvitare all'esterno del Rover.

Oltre all'alloggiamento personalizzato del preamplificatore, non sono state apportate modifiche importanti all'apparecchiatura dopo che ha lasciato la fabbrica DPA. Il microfono che conosci e che ami, quello che cattura il tuo arrangiamento d'orchestra preferito o registra il suono ambientale per la tua serie TV preferita è lo stesso che farà il lungo viaggio su Marte.

Per cosa verranno utilizzati i microfoni?

Mars 2020 Rover dovrà affrontare una delle parti più rischiose della missione come l’ingresso, la discesa fino all'atterraggio nella polvere marziana (EDL) . Nessuno ha mai visto o sentito un paracadute aprirsi nell'atmosfera marziana, tanto meno il rover che viene calato sulla superficie di Marte con un cavo dalla sua fase di discesa, la briglia tra i due che viene tagliata o la fase di discesa che vola via dopo il suo atterraggio!

La missione dei microfoni DPA sarà proprio quello di catturare questi suoni per la NASA. Questo non solo consentirà agli ingegneri del progetto e agli scienziati di ascoltare gli affascinanti suoni del Rover che scende, ma anche il pubblico curioso potrà seguirlo.


Cosa sentiremo?

Beh, nessuno lo sa per certo: sono tutte congetture. Abbiamo chiesto al nostro esperto audio residente, Eddy Bøgh Brixen, cosa si aspetta di sentire durante la missione. Sebbene sia chiaro che questo è tutto un gioco d'ipotesi, dai un'occhiata al video / infografica qui sotto per vedere quali sono le sue aspettative.


 

DPA e NASA: più missioni insieme

Questo viaggio su Marte non è la prima collaborazione di DPA direttamente con la NASA per catturare un suono più accurato e trasparente. A causa della loro robustezza e capacità di catturare livelli di pressione sonora estremamente elevati (come il decollo di una navetta spaziale), DPA è stato scelto dalla NASA anche altre volte, la prima oltre 50 anni fa.

 

Apollo 13

La prima collaborazione è avvenuta quasi 50 anni fa. L'Apollo 13 fu inviato nello spazio nell'aprile 1970 e i microfoni di misurazione B&K (i predecessori degli attuali microfoni DPA) furono usati per registrare il suono del decollo. Il microfono utilizzato era il B&K 4133, che è il padre del 4004/4007 di DPA.

Ascolta il suono del decollo dell'Apollo 13 catturato dai microfoni B&K.


Missione STS-63

Anche la missione STS-63 per il lancio dello Space Shuttle Discovery nello spazio (con il primo pilota donna) nel febbraio 1995 è stata registrata con i microfoni DPA. Questi microfoni erano dello stesso tipo utilizzato durante la missione Apollo 13.

I lanci degli Shuttle presentano difficoltà tecniche straordinarie, perché i livelli di pressione sonora possono raggiungere i 170 dB. Inoltre, i microfoni utilizzati devono essere in grado di sopravvivere all'esplosione, che è un momento estremamente violento. Durante il decollo, c'è calore intenso, fiamme e sostanze chimiche spruzzate su tutta la rampa di lancio.

Un microfono è stato posizionato a soli 150 metri dalla piattaforma di lancio, dove ha gestito 170 dB senza distorsioni. Un altro è stato montato a 430 metri di distanza e sottoposto a 146 dB. A 1600 metri, un terzo microfono ha registrato 125 dB SPL. I suoni catturati da questi microfoni sono stati successivamente utilizzati da un certo numero di emittenti, tra cui ABC, NBC e CNN.
Loading